REGOLAMENTO SUGLI ASCENSORI COMUNICAZIONE PER L'ASSEGNAZIONE DEL NUMERO DI MATRICOLA

 A CURA DEL COMUNE DI PATERNO’ E CONTROLLO VERIFICHE PERIODICHE

(Adempimenti connessi all’applicazione del DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 maggio 2002, n. 129 avente come oggetto : Regolamento recante modifica al decreto del Presidente della Repubblica 30 aprile 1999, n. 162, in materia di collaudo degli ascensori)

 

 

 

 

 

APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 49  DELL’8.05.2003

 

PUBBLICATO ALL’ALBO PRETORIO DAL 25.05.2003 ALL’8.06.2003

 

RIPUBBLICATO ALL'ALBO  PRETORIO DAL ____________AL________________________

 

ENTRATO IN VIGORE IL_________________________________________________________

 

 

 

 

 

 

 

ART. 1

AMBITO DI APPLICAZIONE

 

Il presente regolamento disciplina la "messa in esercizio degli ascensori e montacarichi in servizio privato", le "verifiche periodiche" e le

"verifiche straordinarie"

Sono soggetti alle operazioni di cui sopra tutti gli impianti ascensori e montacarichi in servizio privato.

 

ART. 2

MESSA IN ESERCIZIO DI UN NUOVO IMPIANTO

 

Il proprietario di un impianto, o il suo legale rappresentante, deve comunicare al Comune, entro 10 giorni dalla data della dichiarazione di conformità CE,

rilasciata dall'installatore, la messa in esercizio dell'impianto di ascensore o montacarichi. La comunicazione deve essere presentata su specifico modulo,

disponibile in rete civica, presso tutti gli Uffici relazioni con il Pubblico (URP) e presso l’ufficio pubblica illuminazione (aperto al pubblico dal lunedì al

venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00).

 

La comunicazione deve contenere:

 

a.                   indirizzo dello stabile ove è installato l'impianto;

b.                   copia del documento di identità;

c.                   pagamento dei diritti di istruttoria di € 12,00

d.                   velocità, portata, corsa, numero delle fermate e tipo di azionamento dell'impianto;

e.                   nominativo o ragione sociale dell'installatore dell'ascensore o del costruttore del montacarichi ai sensi dell'art. 2, co. 2, D.P.R. 24 luglio 1996, n. 459;

f.                   copia della dichiarazione di conformità C.E.;

g.                   indicazione della ditta abilitata, ai sensi della legge 5 marzo 1990, n. 46, cui il proprietario ha affidato la manutenzione dell'impianto;

h.                   indicazione del soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull'impianto, ai sensi dell'art. 13, co. 1, D.P.R. n. 162 del 30 aprile 1999;

i.                     dichiarazione di accettazione dell'incarico del soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull'impianto, ai sensi dell'art. 13, co. 1, D.P.R.

n. 162 del 30 aprile 1999;

j.                    sottoscrizione del proprietario dell'impianto o del legale rappresentante.

 

Dopo la comunicazione il proprietario può mettere in esercizio l'impianto.

 

L’ufficio pubblica illuminazione assegna entro 30 giorni assegna all'impianto un numero di matricola, che viene comunicato al proprietario, o al legale

rappresentante, a mezzo postale, dandone contestualmente notizia al soggetto competente per l'effettuazione delle verifiche periodiche.

 

Laddove la documentazione fornita dal proprietario con la comunicazione risulti incompleta o inidonea l'Ufficio, entro 10 giorni invia a mezzo postale una

richiesta di integrazione e, contestualmente, comunica l'inefficacia della comunicazione, non consentendo la messa in esercizio dell'impianto.

 

Il procedimento resta sospeso fino al completamento della documentazione richiesta.

 

ART. 3

CATASTO IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO

 

Il proprietario di un impianto, o il suo legale rappresentante, deve comunicare al Comune, entro tre mesi dall’entrata in vigore del regolamento un’apposita

autocertificazione di denuncia impianto. La comunicazione deve essere presentata su specifico modulo, disponibile in rete civica, presso tutti gli Uffici

relazioni con il Pubblico (URP) e presso l’ufficio pubblica illuminazione (aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00). La comunicazione

deve contenere:

 

k.                   indirizzo dello stabile ove è installato l'impianto;

l.                     copia del documento di identità;

m.                  pagamento dei diritti di istruttoria di € 12,00

n.                   velocità, portata, corsa, numero delle fermate e tipo di azionamento dell'impianto;

o.                   nominativo o ragione sociale dell'installatore dell'ascensore o del costruttore del montacarichi ai sensi dell'art. 2, co. 2, D.P.R. 24 luglio 1996, n. 459;

p.                   copia della dichiarazione di conformità C.E.;

q.                   indicazione della ditta abilitata, ai sensi della legge 5 marzo 1990, n. 46, cui il proprietario ha affidato la manutenzione dell'impianto;

r.                    indicazione del soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull'impianto, ai sensi dell'art. 13, co. 1, D.P.R. n. 162 del 30 aprile 1999;

s.                    dichiarazione di accettazione dell'incarico del soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull'impianto, ai sensi dell'art. 13, co. 1,

D.P.R. n. 162 del 30 aprile 1999;

t.                    sottoscrizione del proprietario dell'impianto o del legale rappresentante.

Laddove la documentazione fornita dal proprietario con la comunicazione risulti incompleta o inidonea l'Ufficio, entro 10 giorni invia a mezzo postale una

richiesta di integrazione e, contestualmente, comunica l'inefficacia della comunicazione, avviando il procedimento per la messa in fuori servizio dell'impianto.

 

Il procedimento resta sospeso fino al completamento della documentazione richiesta.

 

L’ufficio comunale è tenuto a revocare la disposizione di fermo entro tre giorni dalla data di verifica straordinaria con esisto favorevole.

 

ART. 4

VERIFICHE PERIODICHE

 

1.                    Il proprietario dello stabile, o il suo legale rappresentante, sono tenuti ad effettuare regolari manutenzioni dell'impianto ivi installato, nonché a

sottoporre lo stesso a verifica periodica ogni due anni. In caso di mancata effettuazione di verifica biennale dell’impianto, da parte del proprietaria dello

stabile o del suo legale rappresentante, l’Ente avvierà il procedimento per la chiusura dell’impèianto, concedendo per l’adeguamento alle disposizioni del

presente regolamento, giorni 10. Alla verifica periodica degli ascensori e montacarichi provvedono, secondo i rispettivi ordinamenti, a mezzo di tecnici

forniti di laurea in ingegneria, l'azienda sanitaria locale competente per territorio, ovvero, l'ARPA, quando le disposizioni regionali di attuazione della

legge 21 gennaio 1994, n. 61, attribuiscano ad essa tale competenza, la direzione provinciale del lavoro del Ministero del lavoro e della previdenza sociale

competente per territorio per gli impianti installati presso gli stabilimenti industriali o le aziende agricole, nonché, gli organismi di certificazione notificati

ai sensi del presente regolamento per le valutazioni di conformità.

2.                    Il soggetto che ha eseguito la verifica periodica rilascia al proprietario, nonché alla ditta incaricata della manutenzione, il verbale relativo e, ove

negativo, ne comunica l'esito al competente ufficio comunale per i provvedimenti di competenza trasmettendo i seguenti documenti: copia del  verbale di

accertamento e copia del bollettino di pagamento dei diritti di istruttoria di € 6,00

3.                   A seguito di verbale di verifica periodica con esito negativo, il competente ufficio comunale dispone il fermo dell'impianto fino alla data della

verifica straordinaria con esito favorevole.

 

4.                   In caso di incidenti di notevole importanza, anche se non sono seguiti da infortunio, il proprietario o il suo legale rappresentante danno immediata

notizia al competente ufficio comunale che dispone, immediatamente, il fermo dell'impianto. Per la rimessa in servizio dell'ascensore, è necessaria una

verifica straordinaria, con esito positivo, ai sensi del comma 3.

 

5.         Nel caso in cui il manutentore rilevi un pericolo in atto, deve fermare l'impianto, fino a quando esso non sia stato riparato informandone,

tempestivamente, il proprietario o il suo legale rappresentante e il soggetto incaricato delle verifiche periodiche, nonché il comune per l'adozione

degli eventuali provvedimenti di competenza.

 

ART. 5

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

 

1.                    DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 maggio 2002, n. 129
Regolamento recante modifica al decreto del Presidente della Repubblica 30 aprile 1999, n. 162, in materia di collaudo degli ascensori.

 

2.                   DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 aprile 1999, n. 162
Regolamento recante norme per l'attuazione della direttiva 95/16/CE sugli ascensori e di semplificazione dei procedimenti per la concessione

del nulla osta per ascensori e montacarichi, nonché della relativa licenza di esercizio.

 

 

3.                   Circolare della Prefettura di Catania del, 28.01.2000 avente come oggetto “Procedimenti di semplificazione attività ascensori e

montacarichi – Articolo 12 DPR 30.04.1999 n.162”

 


 

ALLEGATO A

        AL SIGNOR SINDACO

COMUNE DI PATERNO’ 
 
Oggetto:  Comunicazione di messa in esercizio di impianti di ascensori/montacarichi ai sensi dell’art. 12 comma 1° e 2° del D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162.

  

            Il sottoscritto   _______________________________________________________ 
nato a ___________________________________________ il __________________________

residente  in ______________________________ via __________________________ n. _____

in qualità di ___________________________________________________________________

___________________________________________________________________________________________________________C.F./P.I.: _____________________________________________________________________

ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 12 comma 1° e 2° del D.P.R.  30 aprile 1999, n. 162;

 

C O M U N I C A

 

la messa in esercizio dell’impianto di ascensore /montacarichi in servizio____________ sottoindicato:

 

·                     indirizzo dello stabile ove è installato l’impianto_________________________________ ___________________________________ _________________________________________________________________________

·                     velocità ______________________________________________________________

·                     portata ________________________________________________________________

·                     corsa __________________________________________________________________

·                     numero delle fermata ______________________________________________________

·                     tipo di azionamento _______________________________________________________

·                     installatore dell’ascensore o costruttore del montacarichi ___________________________ 
_________________________________________________________________________

·                     ditta abilitata cui viene affidata la manutenzione dell’impianto ai sensi dell’art. 15 D.P.R. 30

aprile 1999, n. 162 _________________________________________________________

·                soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull’impianto ai sensi dell’art. 13

    comma 1° D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162 ________________________________________

    _________________________________________________________________________ 
 
                  Alla presente allega:

 

dichiarazione di conformità di cui all’art.6 comma 5 del D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162;

lettera di accettazione rilasciata dal soggetto incaricato ad effettuare le ispezioni periodiche

sull’impianto
                                                                             _________________________ 
 
 

____________________ li, ____________________


 

ALLEGATO B       AL SIGNOR SINDACO COMUNE DI PATERNO’ 
 
 

Oggetto:  comunicazione di esistenza di impianti di ascensori/montacarichi ai sensi dell’art. 12 comma 1° e 2° del D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162.  

 

            Il sottoscritto   _______________________________________________________ 
nato a ___________________________________________ il __________________________

residente  in ______________________________ via __________________________ n. _____

in qualità di ___________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________________________C.F./P.I.: _____________________________________________________________________

ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 12 comma 1° e 2° del D.P.R.  30 aprile 1999, n. 162;

 

C O M U N I C A

 

L’esistenza dell’impianto di ascensore /montacarichi in servizio____________ sottoindicato:

·                     indirizzo dello stabile ove è installato l’impianto ___________________________________ _________________________________________________________________________ _________________________________________________________________________

·                     velocità ________________________________________________________________

·                     portata _________________________________________________________________

·                     corsa __________________________________________________________________

·                     numero delle fermata _____________________________________________________

·                     tipo di azionamento ________________________________________________________

·                     installatore dell’ascensore o costruttore del montacarichi ___________________________ 
_________________________________________________________________________

·                     ditta abilitata cui viene affidata la manutenzione dell’impianto ai sensi dell’art. 15 D.P.R. 30

aprile 1999, n. 162 _________________________________________________________

_________________________________________________________________________ 
 

·                     soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche sull’impianto ai sensi dell’art. 13

    comma 1° D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162 ________________________________________

    _________________________________________________________________________ 
 
                  Alla presente allega: 

dichiarazione di conformità o collaudo di cui all’art.6 comma 5 del D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162;

lettera di accettazione rilasciata dal soggetto incaricato ad effettuare le ispezioni periodiche

sull’impianto
 
 

                                                                        _________________________ 
 
 

____________________ li, ____________________