REGOLAMENTO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI

 

Disposizioni generali

 

Art. 1 – Con il presente regolamento il Comune di Paternò nell’esercizio  dei suoi poteri di autonomia determina la concessione di contributi per il sostegno, lo sviluppo, e la promozione delle attività  e delle manifestazioni sportive, come riconoscimento alla rilevanza sociale dello sport.

 

Art. 2 – La Giunta Municipale dispone le iniziative più idonee per assicurare la più ampia conoscenza del presente regolamento da parte degli organismi di partecipazione di cui all’art. 1 della legge regionale 11/12/91 n° 48 e successive modifiche ed integrazioni, degli enti ed istituzioni pubbliche e private, delle forze sociali e di tutti i singoli cittadini che ne facciano  richiesta.

 

Art. 3 -  Gli atti relativi alla concessione di contributi e/o altri benefici sono pubblicati all’albo pretorio per la durata prevista dalla legge.

 

Art. 4 – Sono ammessi al contributo gli enti, le società, le associazioni, le cooperative, i centri operativi di preparazione o di addestramento sportivo e i comitati che abbiano sede presso il Comune di Paternò e regolarmente costituiti con atto pubblico, iscritti alla federazione e/o Enti per la promozione sportiva riconosciuti dal CONI.

 

Attività  agonistica e  C.A.S.

 

Art. 5 – Per essere ammessi a fruire del contributo per le attività annuali, gli enti  di cui all’art. 4, devono produrre o allegare la seguente documentazione:

 

a. domanda  sottoscritta dal legale rappresentante dell’Ente o Associazione richiedente, sottoscritta con le modalità previste dalla legge Regionale 7 Settembre 1998 n. 23. Tale dichiarazione dovrà riportare, in calce, la seguente dicitura: “dichiarazione resa e sottoscritta nella consapevolezza di quanto disposto dall’artt. 38 e 76 del DPR 445/2000.

 

La stessa dovrà attestare:

 

1)       l’esatta denominazione della società o dell’ente richiedente (in caso di variazione allegare copia autenticata dell’atto di modifica);

2)      il nominativo e dati anagrafici del legale rappresentante;

3)      il recapito postale e telefonico della società;

 

 

b.    attestazione  della federazione competente sulla composizione del consiglio direttivo;

 

c.     affiliazione;

 

d.    rendiconto consuntivo dell’attività cui si riferisce il contributo da erogare, sottoscritto dal legale rappresentante con allegato verbale di approvazione degli organi statutari;

 

e.     fatture e ricevute fiscali o altro documento contabile in originale o copia conforme di pari importo delle spese  sostenute;

 

f.     dichiarazione sostitutiva del rappresentante dell’ente dal quale risultino eventuali modifiche della ragione sociale e dei poteri di rappresentanza dell’ente avvenute durante la stagione;

 

g.     relazione tecnica sull’attività svolta sottoscritta dal legale rappresentante che illustri dettagliatamente l’attività sportiva per la quale si richiede il contributo, il tipo di campionato o torneo, il livello territoriale di attività, trasferte e calendari effettuati, la localizzazione degli impianti utilizzati ed i nominativi dei tecnici, degli istruttori e degli allenatori impegnati; la suddetta relazione dovrà riportare in calce il visto con l’attestazione che l’attività è stata portata regolarmente a termine secondo il programma presentato, rilasciata dai competenti organi sportivi di appartenenza;

 

h.     elenco degli atleti tesserati, distinto per disciplina sportiva praticata, che hanno partecipato all’attività agonistica-federale, a firma del legale rappresentante;

 

i.      dichiarazione firmata dal legale rappresentante dell’ente con la quale si attesti che il sodalizio sportivo si  è impegnato ad ammettere gratuitamente nella stagione oggetto del contributo, almeno il 50% dei tesserati;

 

j.      atto costitutivo e statuto regolarmente registrato;

 

k.     per l’organizzazione del C.A.S. si richiede una relazione tecnica sottoscritta dal legale rappresentante che illustri l’attività svolta e la gratuità della partecipazione ai corsi con allegato elenco degli allievi che hanno partecipato al Centro di avviamento e di formazione fisico – sportiva con indicazione del luogo, della data di nascita e del domicilio, a firma del legale rappresentante dell’Ente o Associazione richiedente sottoscritta con le modalità previste dalla legge Regionale 7 Settembre 1998 n. 23. Tale dichiarazione dovrà riportare, in calce, la seguente dicitura: “dichiarazione resa e sottoscritta nella consapevolezza di quanto disposto dall’artt. 38 e 76 del DPR 445/2000. Tale dichiarazione dovrà inoltre essere vistata dalla federazione competente oltre il conto consuntivo strettamente legato all’attività C.A.S

 

Entità del Contributo.

 

Art. 6 - L’entità del contributo comunale eventualmente concesso sarà in ragione del 100% delle tasse e spese documentate inerenti all’attività agonistica svolta limitatamente alle seguenti voci:

 

  1. Affiliazione o adesione alle FF.SS.NN o ad Enti per la promozione Sportiva riconosciuti dal CONI.

  2. Tesseramento alle FF.SS.NN o ad Enti per la promozione Sportiva riconosciuti dal CONI.

  3. Tasse disposte dalle FF.SS.NN o da Enti per la promozione Sportiva riconosciuti dal CONI.

  4. Certificazioni medico finalizzati all’attività sportiva.

 

Art. 7  - Viene concesso un contributo pari al 25% delle spese per le seguenti voci:

 

  1. Rimborsi forfetari di spesa e indennità di trasferta corrisposti in applicazione dell’art. 37 legge n. 342 del 21 Novembre 2000;

  2. Indennità di supporto tecnico corrisposte in applicazione della legge n. 398/91;

  3. Spese per trasferte (viaggi, trasporti, vitto, alloggio) riferite ad atleti, tecnici, allenatori e accompagnatori. Come documenti giustificativi delle suddette spese sono ritenute ammissibili le fatture, fiscalmente regolari, con l’indicazione dei servizi resi (extra esclusi), biglietti di viaggio in originale (qualora i biglietti non dovessero essere nominativi dovranno essere supportati da apposita dichiarazione, resa dal legale rappresentante della società, dalla quale si evincano i nominativi dei soggetti fruitori, la qualifica e la causale della trasferta);

  4. Assicurazioni obbligatorie e/o integrative per atleti, tecnici, dirigenti e società; Documenti giustificativi delle suddette spese potranno essere le ricevute/bollettini di pagamento, in originale, e copia conforme della polizza assicurativa;

  5. Retribuzioni, compensi, prestazioni e collaborazioni corrisposte, nel rispetto della vigente legislazione, in favore di tecnici, allenatori, atleti. I compensi dovranno riferirsi esclusivamente all’attività agonistica federale, con esclusione quindi di partecipazione a corsi, stages, campus o similari; ai fini della rendicontazione saranno ritenute valide le ricevute, a firma dei percipienti, redatte nel rispetto della vigente normativa in materia fiscale, in relazione al tipo di rapporto esistente tra il percepiente e la società. Le ricevute dovranno essere corredate dai documenti attestanti il pagamento dei relativi oneri fiscali, previdenziali, ed assistenziali;

  6. Affitto e gestione degli impianti sportivi e dei centri tecnici. Documenti giustificativi delle spese d’affitto sono le ricevute di pagamento supportate da regolare contratto d’affitto registrato;

  7. Abbigliamento sportivo ed accessori, limitatamente al numero dei tesserati, e materiale sportivo di facile consumo. Le quantità dei beni dovrà essere coerente con il numero dei tesserati e l’acquisto dovrà essere effettuato in tempo utile per il naturale utilizzo nel corso della stagione sportiva di riferimento;

  8. Assistenza medico – sanitaria. Documenti giustificativi delle suddette spese potranno essere le fatture o le ricevute rilasciate dai professionisti o dai centri specializzati che hanno eseguito diagnosi, accertamenti e trattamenti per atleti tesserati;

 

Art. 8 -  Per le restanti spese effettuate per conto e nell’interesse dell’associazione sportiva inerenti comunque per le attività sportive sotto la voce ”costi di gestione” viene concesso un ulteriore contributo pari al 5% delle spese sostenute. 

 

Art. 9 -  Viene concesso un contributo pari al 35% delle spese per l’attività di Centri di Avviamento allo Sport:

 

Se il soggetto richiedente oltre ad organizzare e sostenere la normale attività agonistica, organizza , conduce e gestisce attività giovanile e/o Centri di Avviamento allo Sport (CAS), con tecnici qualificati, in locali idonei se disponibili nel territorio comunale alla pratica sportiva, che prevedano la partecipazione gratuita degli allievi può accedere ad un incremento del proprio contributo destinato alle Associazioni sportive che effettuano attività giovanile.

 

Art. 10 - Un ulteriore incremento pari al 2% del contributo totale, può essere concesso in caso di promozione a campionati o per la conquista di titoli in ambito extra - territoriale, limitatamente all’anno in cui si  è avuta la promozione o la conquista.

 

Art. 11 - Nel caso in cui le somme previste in bilancio non consentano di coprire tutto il fabbisogno degli enti richiedenti, l’amministrazione comunale si riserva di operare decurtazioni ai contributi. In questo caso il piano di riparto dovrà essere fatto  in modo da prevedere decurtazioni  uguali, in termini percentuali, per tutti gli enti richiedenti.

 

 

Documenti integrativi.

 

Art. 12 - Gli enti che intendono usufruire della maggiorazione del contributo relativo all’attività giovanile e/o CAS  devono, oltre a produrre i documenti  di cui all’art 5, integrare l’istanza con:

 

a)      autorizzazione rilasciata dal competente organo sportivo attestante l’istituzione, la conduzione e la gestione del centro di avviamento allo sport.

b)      dettagliata relazione sulla conduzione del centro, sull’utilizzazione di animatori, istruttori e tecnici, sul programma svolto, elenco degli allievi iscritti, vistati dalle federazioni competenti, con allegata dichiarazione che il sodalizio sportivo garantisce la partecipazione gratuita degli allievi.

 

Termini per la presentazione della richiesta di contributi per attività agonistica e CAS.

 

Art. 13 - Le richieste di contributo per attività agonistica e C.A.S. dovranno essere presentate presso il protocollo generale del Comune di Paternò  entro il giorno 30 Settembre di ogni anno e l’eventuale ritardo comporterà l’esclusione dal riparto dei contributi.

 

L’Amministrazione potrà nel caso  assegnare delle somme che avanzeranno dagli stanziamenti previsti nel bilancio comunale per le attività sportive.

 

Manifestazioni sportive e corsi di qualificazione tecnica.

 

Art. 14 - L’Amministrazione Comunale patrocina le manifestazioni sportive pubbliche e gli stage di qualificazione tecnica mediante la concessione di contributi, nei limiti delle somme stanziate nel bilancio comunale.

 

Art. 15 - Per la concessione di contributi per manifestazioni sportive pubbliche i soggetti richiedenti ex art. 4, devono produrre  la seguente documentazione:

 

a)      Copia dell’atto costitutivo e dello statuto con allegato l’ultimo verbale di assemblea da dove risulti il consiglio direttivo in carica. Questo adempimento non è previsto per le federazioni sportive Nazionali.

b)      Parere e giudizio  di merito da parte della federazione competente o da parte dell’organo provinciale  degli enti di promozione sportiva.

c)      Preventivo di spesa.

d)      Dettagliata relazione tecnico illustrativa  sulla manifestazione da organizzare.

e)      Piano di propaganda nel quale si evidenzia la partecipazione dell’amministrazione sull’eventuale contributo concesso.

 

Art. 16 - Al termine della manifestazione gli organizzatori dovranno presentare il  rendiconto finanziario con la menzione in entrata di eventuali contributi o sponsorizzazioni ricevute e con in calce la dichiarazione del legale rappresentante che  le somme relative sono state destinate esclusivamente alla manifestazione  per cui il contributo è stato richiesto. Al rendiconto si dovrà allegare relazione tecnico sportiva che illustri ampiamente la manifestazione organizzata, con particolare riferimento agli atleti presenti, con in calce il parere  e giudizio di merito della federazione competente o dell’organo provinciale dell’ente di promozione sportiva di competenza.

 

Dovranno, inoltre, essere presentati documenti contabili pari all’importo del contributo concesso.

 

Art. 17 - L’amministrazione comunale potrà concedere un contributo  fino al 50% delle spese sostenute per la manifestazione.

 

Art. 18 - In tutte le manifestazioni  patrocinate dal comune di Paternò è obbligo dell’ente  richiedente evidenziare tale partecipazione in tutto il materiale  pubblicitario dell’iniziativa.

 

 

Termini per la presentazione  della richiesta di contributi per l’organizzazione di manifestazioni sportive e corsi di qualificazione tecnica.

 

Art. 19 - Le richieste di contributo per manifestazioni sportive e corsi devono essere presentate almeno 30 giorni prima dell’inizio della manifestazione.

 

Art. 20 - Al riparto ed all’esigibilità dei contributi l’assessore al ramo provvederà a pubblicare nell’albo Pretorio per la durata prevista dalla legge il piano di riparto dei contributi assegnati e la motivazione dell’eventuale esclusione dal piano di riparto dei soggetti non beneficiari.