De Bernardinis: "Scenario tipico di emergenza"

CATANIA - "L'esplosione fa parte dello scenario tipico di intervento di emergenza in zona operativa, non siamo nč spaventati nč siamo rimasti sorpresi". L'ha detto Bernardo De Bernardinis, direttore generale dell'Ufficio previsione e prevenzione della Protezione Civile, commentando l'esplosione avvenuta ieri.

"L'esplosione - ha detto De Bernardinis - si č verificata durante una fase operativa. C' era un cavo che stava oscillando e stavamo decidendo come tagliarlo. Anche le persone autorizzate erano state allontanate in quel momento. A parte alcune ambiguitā, giā chiarite - ha aggiunto - tutti gli altri presenti erano operatori di protezione civile".

"Noi siamo stati colpiti, anche le nostre automobili, perché lo schieramento era quello di garantire quelle poche persone che stavano finendo di sgomberare le strutture turistiche".

De Bernardinis ha definito quello del Rifugio Sapienza "uno scenario controllato".
"Siamo in attesa - ha sottolineato - e abbiamo vagliato le possibilitā di intervento".

Riguardo la proposta avanzata dal sindaco di Nicolosi, Salvatore Moschetto, di un intervento di deviazione della lava alle bocche, per farla confluire nella Valle del Bove, De Bernardinis ha detto: "Non č materia di Protezione Civile. Ho suggerito al sindaco la via istituzionale. Questo č un problema di pianificazione ordinaria, quindi di un tavolo con Regione, Ente Parco, Comune e comunitā scientifica. Noi non facciamo interventi strutturali rispetto agli eventi". ( da www.lasicilia.it )