Colate attive, spento cratere quota 2.800

ETNA (CATANIA) - Continua senza sosta l'eruzione sull'Etna. Dalla frattura di quota 2700 metri prosegue l'emissione di lava che si riversa su un esteso campo di magma raffreddato che ricopre un'area di diversi chilometri quadrati del versante sud-ovest del vulcano. I fronti più avanzati rimangono in zona di sicurezza, ad alta quota.

Visto dall'alto, durante un sorvolo in elicottero, l'Etna appare come un monte dalle cime irregolari che indossa un manto bianco di neve con sopra una vasta e diffusa macchia nera. Il cratere di quota 2800 è spento. Al suo interno c' è anche della neve, segno che ha sospeso la sua attività da giorni.

Continua invece a dare segni di sè il cratere di quota 2750 da cui c'è un'emissione, discontinua e in continuo calo, di gas e cenere lavica.

Da giovedì nessun evento sismico è stato rilevato dalla rete di sorveglianza dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania, che segnala però ancora valori medio-alti dei livelli di tremori interni del vulcano. ( da www.lasicilia.it )