Stabiliti gli stanziamenti secondo l’articolo 13 della legge 68 del 12.3.1999

Alle Regioni un fondo di 60 mld per il lavoro ai disabili

Non sono comprese la Calabria e il Molise

Decreto del Lavoro Capo del Dipartimento per l’impiego 15.7.2002

Sessanta miliardi delle vecchie lire (circa 31 milioni di  euro) è la dotazione del fondo per il diritto al lavoro dei disabili del ministero del Lavoro. Il fondo viene ripartito, Regione per Regione secondo la legge 68 del 1999. La  legge aveva stanziato 40 miliardi per il 1999 e 60 miliardi di lire a decorrere dal 2000. La regione Calabria e la regione Molise non hanno evidenziato l’attivazione di programmi di inserimento per l’anno 2001 e sono state escluse dalla ripartizione. Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 20.9.2002.

                               IL CAPO del Dipartimento per l'impiego

  Visto  l'art.  13,  comma  4, della legge 12 marzo 1999, n. 68, che istituisce  il  Fondo  per  il  diritto  al  lavoro dei disabili, con apposita  dotazione  finanziaria,  pari a lire 40 miliardi per l'anno 1999  e a 60 miliardi a decorrere dall'anno 2000, ai sensi del citato art. 13, comma 6;

  Visto  l'art.  4,  comma 1, del decreto 13 gennaio 2000, n. 91, del Ministro  del  lavoro  e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro  del  tesoro, del bilancio e della programmazione economica, che  delinea la procedura finalizzata alla ripartizione delle risorse del Fondo alle regioni;

  Visto,  altresì,  l'art.  5  del  citato  decreto n. 91, recante i criteri  per  la ripartizione delle risorse del Fondo, con i quali il Ministero  opera  nell'esame  dei  dati  e  delle  informazioni sulle iniziative   regionali  in  materia  di  inserimento  lavorativo  dei disabili  e  dei risultati concretamente conseguiti, illustrati nella relazione  presentata  dalle  regioni  ai sensi dell'art. 4, comma 1, nonché  delle  ulteriori  informazioni  acquisite anche direttamente presso le regioni stesse;

  Considerato  che  per  la  ripartizione  del  corrente  anno  2002, relativa alle iniziative assunte dalle regioni nel corso del 2001, e' stata   concordata   tra   Ministero,  regioni  e  province  autonome l'individuazione  di  taluni  criteri  che  traducono  in  indicatori numerici gli elementi qualitativi, secondo l'attribuzione di punteggi in funzione dei contenuti e della durata degli inserimenti ammessi al beneficio della fiscalizzazione;

  Considerato,  altresì,  che  i  medesimi soggetti hanno concordato sull'opportunità,  secondo  le  priorità  stabilite dall'art. 6 del citato   decreto  n.  91  del  2000,  di  ripartire  l'85  per  cento dell'intero   importo   sulla   base   dei   programmi  ammessi  alla fiscalizzazione,  quantificati  con  i  parametri  sopra evidenziati, nonché   di  ripartire  il  restante  15  per  cento  delle  risorse complessive  in  funzione  del numero dei lavoratori disabili avviati con  convenzioni  non  fiscalizzate,  a  norma degli articoli 11 e 12 della citata legge n. 68 del 1999;

  Considerato,  inoltre,  che la regione Calabria e le regione Molise non hanno evidenziato, relativamente all'anno 2001, la attivazione di programmi  di  inserimento    con  convenzioni  aventi  diritto al beneficio  della  fiscalizzazione    con  convenzioni stipulate ai sensi dei predetti articoli 11 e 12 non aventi titolo alle menzionate agevolazioni  e  che, pertanto, in mancanza dei necessari elementi di valutazione,  le  suddette  regioni  non  sono  state  inserite nella presente ripartizione;

  Tenuto  conto  delle  somme già assegnate a tutte le regioni nelle precedenti  annualità,  che  rimangono  nella  disponibilità  delle tesorerie  regionali  con il medesimo vincolo di destinazione qualora non  spese  per  le  menzionate  finalità,  e  della possibilità di utilizzare  le  conseguenti economie di spesa per il funzionamento di interventi di fiscalizzazione negli anni successivi;

  Sentiti  i  rappresentanti delle regioni e delle province autonome, riuniti  nei  tavoli tecnici e in assemblea plenaria per l'esame e la valutazione della proposta di ripartizione avanzata dal Ministero del lavoro  e  delle  politiche  sociali, definitivamente approvata nella riunione del 6 giugno 2002;

                              Decreta:

                               Art. 1.

  1.  Il  Fondo  per  il  diritto  al lavoro dei disabili, per il cui finanziamento  è autorizzata la spesa di lire 60 miliardi per l'anno 2002,  pari a Euro 30.987.414,00, è ripartito tra le regioni secondo l'elenco  allegato  (tabella  1),  che  forma  parte  integrante  del presente decreto.

  Il presente decreto sarà trasmesso per il visto e la registrazione all'Ufficio centrale del bilancio.

    Roma, 15 luglio 2002

                                        Il capo Dipartimento: Bolaffi

                                Tabella 1

DIREZIONE  GENERALE  DELLE  POLITICHE  PER  L'IMPIEGO - DIVISIONE III

FONDO  PER  IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI ANNO 2002 - LEGGE N. 68/1999

=====================================================================
                Regione                 |           Totale
=====================================================================
Valle d'Aosta....                       |          Euro    437.866,49
Piemonte....                            |          Euro  2.793.796,96
Lombardia....                           |          Euro  5.727.856,70
Liguria....                             |          Euro  2.161.590,65
Provincia autonoma Trento....           |          Euro    163.275,16
Provincia autonoma Bolzano....          |          Euro    414.305,96
Veneto....                              |          Euro  5.264.866,44
Friuli V. G.....                        |          Euro    804.597,91
Emilia-Romagna....                      |          Euro  3.614.124,22
Toscana....                             |          Euro  2.706.065,66
Umbria....                              |          Euro    538.809,03
Marche....                              |          Euro  1.745.846,99
Lazio....                               |          Euro  2.070.107,54
Abruzzo....                             |          Euro    355.660,90
Molise....                              |          Euro      --
Campania....                            |          Euro    871.306,90
Puglia....                              |          Euro    526.163,36
Basilicata....                          |          Euro     72.228,50
Calabria....                            |          Euro      --
Sicilia....                             |          Euro     63.218,65
Sardegna....                            |          Euro    655.725,98
                                        |          ------------------
  Totale...                             |          Euro 30.987.414,00 

( da www.italiapuntodoc.it )