Sicurezza stradale: nuove disposizioni del Governo

Nuove norme da rispettare per chi Ŕ alla guida di motocicli, automobili e camion. Il Senato ha definitivamente convertito in legge, il 30/7/2002, il decreto 121 del 20 giugno 2002, in materia di sicurezza stradale.
Le principali regole introdotte, che anticipano alcune disposizioni del nuovo Codice della Strada in vigore dal prossimo anno, riguardano l'uso dei fari e dei telefoni cellulari, il tasso alcolico consentito per i conducenti, gli autovelox, le competizioni sportive e le gare di velocitÓ.
Ecco tutte le novitÓ previste dalla legge per rendere pi¨ sicura la circolazione su strade e autostrade.
La pubblicazione del testo di legge sulla Gazzetta Ufficiale sarÓ effettuata il prossimo 11 agosto.

Uso dei fari

 

Motocicli e ciclomotori

Automobili

Chi guida ciclomotori e motocicli ha l'obbligo di tenere sempre accesi i proiettori anabbaglianti e le luci di posizione in qualsiasi condizioni di marcia, vale a dire su qualunque strada e anche di giorno.

Utilizzo dei proiettori anabaglianti

Per le auto e per i camion le luci di posizione, i fari anabbaglianti e le luci della targa diventano obbligatorie in autostrada e su strade extraurbane principali, come superstrade e tangenziali, anche di giorno e non soltanto durante le ore notturne.

 

La sanzione che si applica in caso di violazione della norma, ai sensi dell'art. 152 comma 3, Ŕ di 32 euro.

Controlli a distanza

Autovelox

Risultano valide le contravvenzioni elevate per eccesso di velocitÓ e divieto di sorpasso attraverso gli autovelox e altri dispositivi tecnici di controllo a distanza del traffico, senza la necessitÓ di una pattuglia della Polizia Stradale che contesti immediatamente l'infrazione al guidatore.
Tali strumenti possono essere sempre utilizzati su autostrade e strade extraurbane; sulle altre strade, invece, l'utilizzazione Ŕ subordinata alla valutazione preventiva e all'identificazione dei luoghi da parte del Prefetto.
In ogni caso Ŕ necessario informare gli utenti dell'installazione di questo tipo di dispositivi che, se completamente automatici, devono essere omologati dal Ministero delle Infrastrutture.

 

Alcool

Telefoni cellulari

 
Alcol Il tasso di alcool consentito per chi Ŕ alla guida viene abbassato da 0,8 a 0,5 grammi per litro. Superato tale limite il conducente viene ritenuto in stato di ebbrezza.
Le sanzioni applicabili, ai sensi dell'art. 186 comma 4, consistono in un'ammenda da 774 a 2,582 euro ovvero nella permanenza domicilire da 20 a 45 giorni (sostituibile a richiesta dell'imputato con il lavoro di pubblica utilitÓ da 1 a 6 mesi).
E' consentito utilizzare il telefono cellulare durante la guida non soltanto con gli impianti a viva voce ma anche con il dispositivo auricolare. L'utilizzo, tuttavia, Ŕ vietato se il conducente ha ridotta capacitÓ uditiva.
La sanzione prevista, ai sensi dell'art. 173 comma 3, Ŕ di 32 euro.
Telefoni cellulari

Bastone per i sordomuti

Viene introdotta una nuova segnalazione per distinguere i pedoni sordi o ciechi, distinguibili dal bastone a strisce rosse o bianche. I conducenti dei veicoli hanno l'obbligo di fermarsi.
La sanzione prevista, ai sensid ell'art. 191 comma 4, Ŕ di 65 euro.

Gare di velocitÓ

Gareggiare in velocitÓ con veicoli a motore diventa reato, ai sensi dell art. 141 comma 5 del Codice della Strada. Per essere puniti non Ŕ necessario che la gara sia organizzata: basta la condotta spontanea con intesa, anche tacita, durante la circolazione di due o pi¨ conducenti.
Le sanzioni, di competenza del Tribunale, prevedono un'ammenda da 500 a 5000 euro, l'arresto da 1 a 8 mesi, la sospensione della patente di guida da 2 a 6 mesi, il sequestro e la confisca dei veicoli dei partecipanti alla gara.

Competizioni sportive

Tutte le competizioni sportive sulle strade, che vengono disciplinate dall'articolo 9 del Codice della Strada, sono autorizzate dalle Regioni, dalle Province o dai Comuni.
Per le competizioni ciclistiche che si svolgono su strade pubbliche va sempre programmata una specifica regolamentazione del traffico (come la sospensione temporanea della circolazione o la chiusura totale della strada), e deve essere prevista una scorta di polizia o di personale abilitato.
Le competizioni di regolaritÓ realizzate con veicoli di interesse storico o collezionistico hanno un regime semplificato.
E' stato previsto il reato di organizzazione e di partecipazione a competizioni sportive non autorizzate.
Le sanzioni sono di competenza del Tribunale e prevedono un'ammenda da 500 a 5000 euro, l'arresto da 1 a 8 mesi, la sospensione della patente di guida da 2 a 6 mesi e la confisca dei veicoli.