Guida dalla lira all'Euro

 

 

PRESENTAZIONE

A seguito dell'imminente circolazione della moneta unica europea "EURO" molte perplessità sussistono fra la cittadinanza.

Per cercare di rendere più semplice l'approccio con l'EURO, ho pensato di realizzare un modesto manuale semplificativo della nuova moneta, unitamente ad un prospetto di conversione dalla lira all'EURO, almeno per le unità di riferimento utilizzate tutti i giorni.

Il lavoro, nella speranza che possa essere di aiuto nell'approccio con la nuova divisa monetaria, è diretto a tutti.

Francesco Crisafi

 

Il 1° gennaio 2002 entrerà nel nostro portafogli la moneta unica europea denominata "EURO".

 

L'introduzione della nuova moneta inciderà profondamente sugli usi e sulla vita quotidiana delle persone, dei commercianti, delle banche, della Pubblica Amministrazione, ecc..

E' necessario, quindi, conoscere le novità più significative che la circolazione dell'euro apporterà, sapere come fare e cosa fare per cominciare a convivere con la nuova divisa monetaria.

 

Già dal 1° gennaio 1999 sulle bollette dei consumi della luce, del metano, dell'acqua e del telefono è stata scritta l'informazione del doppio prezzo per abituare i cittadini a leggere gli importi in euro.

Anche l'importo delle pensioni è stato indicato, oltre che in lire, in EURO e la maggior parte dei negozi hanno esposto i doppi prezzi.

Tutto ciò è servito, in un certo senso, a preparare i cittadini a parlare in ragione di EURO.

Negli ultimi giorni del mese di dicembre le banche e gli uffici postali metteranno a disposizione dei propri utenti pacchetti preconfezionati contenenti i vari tagli di monete in euro per un valore complessivo di euro 12,91 pari a £. 25.000, che, comunque, potranno essere utilizzate solo a partire dal 1° gennaio 2002.

I negozianti, invece, riceveranno a richiesta pacchetti del valore di euro 315 ( circa £. 610.000 ).

Le monete saranno date dalle banche e dagli Uffici postali previo pagamento del loro valore nominale e senza alcuna commissione.

Dal 1° gennaio 2002 le banche, sempre gratuitamente provvederanno al cambio delle lire in euro secondo le disposizioni del Ministero del Tesoro fino ad importi massimi di £. 1.000.000 giornalieri per i clienti e fino a £. 500.000 per gli altri.

Le monete e banconote potranno essere cambiate anche presso la Banca d'Italia e gli Uffici Postali.

Dal 1° gennaio 2002 i cittadini avranno ancora due mesi (fino al 28 febbraio 2002) di tempo per abituarsi all'utilizzo delle monete e delle banconote in euro e per smaltire le attuali lire; durante tale periodo, infatti, potranno essere usate sia le lire che l'euro, mentre dal 1° marzo 2002 cesserà la doppia circolazione, la lira perderà il suo corso legale e l'euro resterà quale unica nostra moneta.

Nessuna preoccupazione, però, se dopo il 1° marzo 2002 qualche cittadino si ritroverà ancora delle lire, perché lo Stato ha previsto che per dieci anni esse potranno essere consegnate presso tutte le filiali della Banca d'Italia, ricevendone in cambio il controvalore in euro senza alcuna difficoltà.

Il simbolo della nuova moneta unica è , facilmente riconoscibile e lo vedremo esposto ovunque. Il nome "EURO" della nuova moneta è uguale in tutti i Paesi Europei.

Per essere preparati all'appuntamento con l'euro bisogna sapere due elementi essenziali:

  • 1 euro corrisponde a 1936,27 lire

  • il valore dell'euro è fisso e irrevocabile.

 

pagina successiva