ASSESSORATO DEL LAVORO, DELLA PREVIDENZA SOCIALE, DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E DELL'EMIGRAZIONE

DECRETO 28 novembre 2003.
Graduatoria delle proposte formative ed assegnazione delle iniziative formative previste dai piani relativi alla terza annualitā di cui agli artt. 1 e 5 della legge regionale 15 maggio 1991, n. 27.

IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE


Visto lo Statuto della Regione;
Vista la legge regionale 6 marzo 1976, n. 24 e successive modifiche;
Vista la legge 21 dicembre 1978, n. 845;
Vista la legge regionale 15 maggio 1991, n. 27;
Visti, in particolare, gli artt. 1 e 5 della predetta legge regionale;
Vista la legge regionale 1 settembre 1993, n. 25;
Vista la legge regionale 15 maggio 2000, n. 10;
Visto il decreto n. 22/93/VII/FP del 23 gennaio 1993, approvato ai sensi dell'art. 13 della legge regionale 30 aprile 1991, n. 10, con il quale sono stati fissati i criteri per la selezione delle proposte formative di cui agli artt. 1 e 5 della legge regionale n. 27/91;
Visto il decreto n. 322/94/VII/FP del 2 settembre 1994, con il quale, a seguito del parere del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana del 19 aprile 1994, č stato approvato lo schema tipo di convenzione da stipulare con gli organismi affidatari delle attivitā ex artt. 1 e 5;
Visto il decreto n. 715/95/VII/FP del 22 dicembre 1995, registrato alla Corte dei conti in esecuzione della deliberazione n. 1/97 adottata dalla sezione di controllo nell'adunanza del 19 dicembre 1996, con il quale sono stati approvati i piani relativi alla terza annualitā delle attivitā formative di cui agli artt. 1 e 5 della legge regionale n. 27/91, e impegnata la somma di L. 5.000.000.000 (E 2.582.284,50) sul capitolo 34119 del bilancio regionale, esercizio finanziario 1995, per la realizzazione degli interventi di cui all'art. 5;
Visto il decreto n. 725/95/VII/FP del 30 dicembre 1995, registrato alla Corte dei conti il 10 gennaio 1997, registro n. 1, foglio n. 3, in esecuzione della deliberazione della sezione di controllo n. 1/97 sopracitata, con il quale č stata impegnata la somma di L. 22.500.000.000 (E 11.620.280,23) sul capitolo 34118 del bilancio regionale, esercizio finanziario 1995, per la realizzazione degli interventi previsti dall'art. 1;
Visto il decreto n. 967/VII/98/FP del 30 dicembre 1998, registrato alla Corte dei conti il 27 gennaio 1999, registro n. 1, foglio n. 16, con il quale č stato approvato il piano integrativo concernente l'estensione di alcuni profili professionali in quelle province rimaste scoperte, per detti profili, nei piani approvati con decreto n. 715/ 95/VII/FP sopracitato, e impegnata la somma di L. 4.000.000.000 (E 2.065.827,60) destinata alle attivitā ex art. 1 della legge regionale n. 27/91 e di L. 1.500.000.000 (E 774.685,35) per le attivitā ex art. 5 della stessa legge, rispettivamente sul capitolo 34118 e sul capitolo 34119 del bilancio della Regione, esercizio finanziario 1998;
Visto il decreto n. 215/99/VII/FP del 24 giugno 1999, annotato dalla ragioneria centrale per l'Assessorato del lavoro in data 19 luglio 1999 al n. 630, con il quale sono state approvate le modalitā per la realizzazione delle attivitā formative di cui ai piani approvati con il decreto n. 715/95/VII/FP;
Visto il decreto n. 427/VII/2000/FP del 3 novembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 53 del 24 novembre 2000, con il quale sono stati formati gli elenchi delle proposte formative presentate dagli organismi di formazione professionale;
Vista la relazione relativa alle risultanze dell'esame delle osservazioni presentate ai sensi del decreto n. 427/ VII/2000/FP, allegata alla richiesta di parere alla commissione regionale per l'impiego;
Visto il parere della commissione regionale per l'impiego espresso nella seduta del 7 marzo 2001;
Visto il decreto n. 157/VII/01/FP del 27 marzo 2001, con il quale č stata approvata la graduatoria generale delle proposte formative ed assegnate le iniziative previste nei piani approvati con decreto n. 715/95;
Visto il rilievo n. 64 del 12 aprile 2001, con il quale la ragioneria centrale lavoro ha restituito il decreto n. 157/VII/01/FP del 27 marzo 2001, con la motivazione che risulta insufficiente la copertura finanziaria relativa al piano di cui all'art. 1 della legge regionale n. 27/91;
Visto il verbale della seduta della commissione regionale per l'impiego del 27 novembre 2002, che esprime parere favorevole alla realizzazione del piano di cui sopra previa riduzione del numero degli allievi, del numero delle ore/corso e di altre voci di costo del finanziamento, per singolo progetto, limitatamente alle azioni formative di cui all'art. 1 della legge regionale n. 27/91 del piano, mentre nessuna riduzione č necessaria per la realizzazione del piano di cui all'art. 5, che gode di sufficiente copertura finanziaria;
Viste le note trasmesse agli enti inseriti in graduatoria di cui all'art. 1, con le quali si invitano gli stessi a produrre, entro 20 giorni dalla notifica, il progetto con il piano finanziario rimodulato secondo le suindicate previsioni della commissione regionale per l'impiego;
Considerato che gli enti che hanno trasmesso, entro i termini, il progetto rimodulato e ritenuti pertanto ammissibili a finanziamento, sono quelli indicati nell'allegato B;
Ritenuto, pertanto, di dover approvare il piano formativo relativo agli artt. 1 e 5 della legge regionale n. 27/91, terza annualitā, secondo le modifiche di cui al presente decreto;

Decreta:

Art. 1

Per i motivi di cui in premessa, il decreto n. 157/VII/ 01/FP del 27 marzo 2001 č revocato.

Art. 2

Viene approvata la graduatoria generale, distinta per profili professionali, delle proposte formative valutate nel merito, con i relativi punteggi nell'ordine di prioritā, come da allegato A, parte integrante del presente decreto.

Art. 3

Nell'ambito dei piani approvati con decreto n. 715/95/ VII/FP del 22 dicembre 1995 sono assegnate, alla luce della documentazione presentata, le iniziative formative di cui agli allegati elenchi B e C previste dagli artt. 1 e 5 della legge regionale n. 27/91, terza annualitā. Per il finanziamento complessivo delle stesse, pari ad E 17.043.077,68, saranno utilizzate le somme all'uopo impegnate rispettivamente per l'art. 1 con i decreti n. 725/ 95/VII/FP del 30 dicembre 1995, registrato alla Corte dei conti il 10 gennaio 1997, registro n. 1, foglio n. 3 e n. 967/VII/98/FP del 30 dicembre 1998, registrato alla Corte dei conti il 27 gennaio 1999, registro n. 1, foglio n. 16 e per l'art. 5 con i decreti n. 715/95/VII/FP del 22 dicembre 1995, registrato alla Corte dei conti il 10 gennaio 1997, registro n. 1, foglio n. 2 e n. 967/VII/98/FP del 30 dicembre 1998.

Art. 4

Le modalitā di svolgimento delle attivitā formative sono quelle indicate dal decreto n. 215/99/VII/FP del 24 giugno 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 50 del 22 ottobre 1999.

Art. 5

Il presente decreto sarā trasmesso alla ragioneria centrale dell'Assessorato del lavoro, della previdenza sociale, della formazione professionale e dell'emigrazione per la registrazione ed alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana per la pubblicazione e notifica, ai sensi dell'art. 9 della legge regionale n. 10/91.
Palermo, 28 novembre 2003.

 

RABBONI 

----------

Vistato dalla ragioneria centrale per l'Assessorato del lavoro, della previdenza sociale, della formazione professionale e dell'emigrazione in data 29 dicembre 2003.

Cliccare qui per visualizzare gli allegati in formato PDF