BOZZA DI BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO

(importo pari o inferiore a euro 150.000)

 

1.      STAZIONE APPALTANTE: (indicare denominazione, indirizzo, indirizzo telegrafico, numero di telefono, telex e telefax)

 

2.      PROCEDURA DI GARA: pubblico incanto ai sensi della legge 109/1994 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

3.      LUOGO, DESCRIZIONE, NATURA E IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI, ONERI PER LA SICUREZZA E MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:

 

3.1.   luogo di esecuzione:

3.2.   descrizione:

3.3.   natura: (indicare la natura dei lavori); ai soli fini del rilascio del certificato di esecuzione i lavori si intendono appartenenti alla categoria….;

3.4.   importo complessivo dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza):

 

(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura):

euro (in cifre e lettere)................di cui a corpo euro (in cifre e lettere) ………. e a misura euro (in cifre e lettere)…………..;

 

(caso B: appalto con corrispettivo a corpo); (caso C: appalto con corrispettivo a misura) :

euro (in cifre e lettere).................;

3.5.   oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: euro (in cifre e lettere)…………………;

 

(nel caso vi siano parte dei lavori da eseguire per le quali occorre una speciale abilitazione: ad esempio quelle di cui all’articolo 1 della legge 46/90 e successive modificazioni):

3.6.   lavorazioni e relativi importi………………………………..;

3.7.   modalità di determinazione del corrispettivo:

 

(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura):

a corpo ed a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 14, e 21, comma 1), della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

(caso B: appalto con corrispettivo a corpo):

a corpo ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 14, e 21, comma 1), della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

(caso C: appalto con corrispettivo a misura):

a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 14, e 21, comma 1), della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

4.      TERMINE DI ESECUZIONE: giorni …… (…………………) naturali e consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori;

 

5.      DOCUMENTAZIONE:

 

(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura; caso B: appalto con corrispettivo a corpo; caso C: appalto con corrispettivo a misura):

il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto nonché gli elaborati grafici, il computo metrico, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di appalto, l’elenco prezzi e lo schema di contratto sono visibili presso……………. nei giorni………… e nelle ore…….; è possibile acquistarne una copia, fino a sette giorni antecedenti il termine di presentazione delle offerte, presso………. sito in via……….... nei giorni feriali dalle ore….. alle ore ……, sabato escluso, previo versamento di € ………..; a tal fine gli interessati ne dovranno fare prenotazione a mezzo fax inviato, …….. prima della data di ritiro, alla stazione appaltante al numero di cui al  punto 1.; il disciplinare di gara è, altresì disponibile sul sito Internet www. ……………;

 

6.      TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:

 

6.1.   termine:.…………….;

6.2.   indirizzo:……………;

6.3.   modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara di cui al punto 5.;

6.4.   apertura offerte: prima seduta pubblica il giorno…………. alle ore……. presso…………; eventuale seconda seduta pubblica il giorno ………… alle ore ……… presso la medesima sede;

 

7.      SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 10. ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti;

 

8.      CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti non deve essere corredata da cauzione.

 

9.      FINANZIAMENTO:

 

10.  SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:

i concorrenti di cui all’art. 10, comma 1, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni, costituiti da imprese singole o imprese riunite o consorziate, ai sensi degli articoli 93, 94, 95, 96 e 97 del D.P.R. n. 554/1999, ovvero da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’articolo 13, comma 5. della legge 109/94 e successive modificazioni, nonché concorrenti con sede in altri stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui all’articolo 3, comma 7, del D.P.R. n. 34/2000;

 

11.  CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE PER LA PARTECIPAZIONE:

i concorrenti devono possedere

 

(caso di concorrente in possesso dell’attestato SOA):

attestazione rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità relativa a qualunque categoria e di qualsiasi importo;

 

(nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA):

a) per le imprese iscritte all'albo delle imprese artigiane, istituito presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, l’iscrizione, da almeno due anni, al rispettivo albo camerale per categoria analoga o similare a quella di cui al precedente numero 3.3.;

b) le imprese cooperative iscritte al registro prefettizio, sezione produzione e lavoro, l’iscrizione, da almeno due anni, al rispettivo registro prefettizio per categoria analoga o similare a quella di cui al precedente numero 3.3.;

c) per tutte le altre imprese non rientranti nelle fattispecie di cui alle lettere a) e b), i requisiti previsti dall'articolo 28, comma 1, lettera a) del decreto del Presidente della Repubblica del 25 gennaio 2000, n. 34 ridotti del cinquanta per cento le imprese riferiti a lavori di qualsiasi natura, sia pubblici sia privati, e in aggiunta iscrizione al registro delle Imprese presso la camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, per categoria analoga o similare a quella di cui al precedente numero 3.3.

 

12.  TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA: 180 giorni dalla data di presentazione;

 

13.  CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:

 

(caso A:appalto con corrispettivo a corpo e a misura); (caso B: appalto con corrispettivo a corpo); (caso C: appalto con corrispettivo a misura):

massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n.109/94 e successive modificazioni nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni, mediante offerta espressa in cifra percentuale di ribasso, con 2 cifre decimali, sull'importo complessivo a base d'asta, applicabile uniformemente a tutto l'elenco prezzi posto a base di gara secondo le norme e con le modalità previste nel disciplinare di gara.

 

Si precisa che non si terrà conto delle eventuali cifre oltre la seconda.

 

14.  VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante;

 

15.  ALTRE INFORMAZIONI:

 

a)       non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui all’articolo 75 del D.P.R.n.554/99 e successive modificazioni  e di cui alla legge n.68/99;

b)      si procederà all’esclusione automatica delle offerte anormalmente basse secondo le modalità previste dall’articolo 21, comma 1-bis, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni; nel caso di offerte in numero inferiore a cinque non si procede ad esclusione automatica ma la stazione appaltante ha comunque la facoltà di sottoporre a verifica le offerte ritenute anormalmente basse;

c)      si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;

d)      in caso di offerte uguali si procederà per sorteggio,

e)      l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura e nei modi previsti dall’articolo 30, comma 2, della legge 109/94 così come modificato dall’art. 24 della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

f)        si applicano le disposizioni previste dall’articolo 8, comma 11-quater, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

g)      le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;

h)      nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma 1, lettere d), e) ed e-bis), della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni i requisiti di cui al punto 11. del presente bando devono essere posseduti, nella misura di cui all’articolo 95, comma 2, del D.P.R.554/1999 qualora associazioni di tipo orizzontale;

i)        gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro;

j)        la contabilità dei lavori sarà effettuata,

 

(caso A:appalto con corrispettivo a corpo e a misura):

ai sensi  del titolo XI del D.P.R. 554/1999, per la parte dei lavori a corpo, sulla base delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del suddetto D.P.R. applicate al relativo prezzo offerto e, per la parte dei lavori a misura, sulla base dei prezzi unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) verrà detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato, per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando non sia assoggettato a ribasso, con la seguente formula [SAL*(1-IS)*R] (dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS = Importo oneri di sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R = Ribasso offerto); le rate di acconto saranno pagate con le modalità previste dall’articolo …………. del capitolato speciale d’appalto;

 

(caso B:appalto con corrispettivo a corpo):

ai sensi  del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla base delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del suddetto D.P.R. applicate all’importo contrattuale pari al prezzo offerto aumentato dell’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le modalità previste dall’articolo …………. del capitolato speciale d’appalto;

 

(caso C:appalto con corrispettivo a misura):

la contabilità dei lavori sarà effettuata, ai sensi  del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) verrà detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato, per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando non sia assoggettato a ribasso, con la seguente formula [SAL*(1-IS)*R] (dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS = Importo oneri di sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R = Ribasso offerto); le rate di acconto saranno pagate con le modalità previste dall’articolo …………. del capitolato speciale d’appalto;

 

k)      i corrispettivi saranno pagati con le modalità previste dall’articolo …………. del capitolato speciale d’appalto;

l)        gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi;

m)    i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzie effettuate;

n)      la stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-ter, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

(alternativa n.1):

o)      tutte le controversie derivanti dal contratto sono deferite alla competenza arbitrale ai sensi  dell’articolo 32 della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

(alternativa n. 2):

p)      è esclusa la competenza arbitrale;

q)      responsabile del procedimento: (deve essere un tecnico dipendente della stazione appaltante); via ………..; tel…….;

 

……..… li ………….

 

                                                                                                           Il dirigente

                                                                                                       ( ……………………………..)


BOZZA DI DISCIPLINARE DI GARA

 

1. Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte

 

I plichi contenenti l’offerta e le documentazioni, pena l’esclusione dalla gara, devono pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio ed all’indirizzo di cui al punto 6. del bando di gara; è altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano dei plichi, dalle ore……alle ore……dei tre giorni lavorativi antecedenti il suddetto termine perentorio, all’ufficio………della stazione appaltante sito in via ………………. che ne rilascerà apposita ricevuta.

 

I plichi devono essere idoneamente sigillati con ceralacca, controfirmati sui lembi di chiusura, e devono recare all’esterno - oltre all’intestazione del mittente ed all’indirizzo dello stesso - le indicazioni relative all’oggetto della gara, al giorno e all’ora dell’espletamento della medesima.

 

Il recapito tempestivo del plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti

 

I plichi devono contenere al loro interno due buste, a loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente “A - Documentazione” e “B - Offerta economica”.

 

Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti:

 

1)      domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio; alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore; la domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la relativa procura;

 

(nel caso concorrente in possesso dell’attestato SOA):

2)      attestazione (o fotocopia sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da copia del documento di identità dello stesso) o, nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, più attestazioni (o fotocopie sottoscritte dal legale rappresentante ed accompagnate da copia del documento di identità degli stessi), rilasciata/e da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità;

3)      dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 28 dicembre 2000, n. 445 ovvero, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente secondo la legislazione dello stato di appartenenza e resa a pena di esclusione in un unico documento, con la quale il concorrente assumendosene la piena responsabilità:

a)       dichiara, indicandole specificamente, di non trovarsi in alcuna delle condizioni previste dall’articolo 75, comma 1, lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h), del D.P.R. 554/99 e successive modificazioni;

b)      dichiara che nei propri confronti, negli ultimi cinque anni, non sono stati estesi gli effetti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui all’articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423, irrogate nei confronti di un proprio convivente;

c)       dichiara che nei propri confronti non sono state emesse sentenze ancorché non definitive relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto di lavori pubblici;

d)      indica i nominativi, le date di nascita e di residenza degli eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari;

 

(nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA):

e)       attesta di possedere, indicandoli, uno dei requisiti di cui al comma 11 quinquies dell'articolo 8 della legge n. 109 del 1994 nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

f)        elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede) rispetto alle quali si trova, ai sensi dell’articolo 2359 del codice civile, in situazione di controllo diretto o come controllante o come controllato; tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa;

g)       attesta di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sulla sua esecuzione;

h)       dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di progetto;

i)         attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;

j)        attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonché degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere eseguiti i lavori;

k)      attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata fatta salva l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge 109/94;

l)         attesta di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente all’offerta presentata;

m)     dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;

n)       attesta di avere accertato l’esistenza e la reperibilità sul mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;

o)      indica il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta di cui all’articolo 10, comma 1-quater, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

(nel caso di concorrente che occupa non più di 15 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti che non abbia effettuato nuove assunzioni dopo il 18 gennaio 2000):

p)      dichiara la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99;

q)      indica le lavorazioni che, ai sensi dell’articolo 18 della legge 55/90 e successive modificazioni, intende eventualmente subappaltare o concedere a cottimo;

 

(nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni):

r)        indica per quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso di aggiudicazione i soggetti assegnatari dell’esecuzione dei lavori non possono essere diversi da quelli indicati.

 

(nel caso di associazione o consorzio o GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico - non ancora costituito):

s)       indica a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo;

t)        assume l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE (Gruppo Europeo di Interesse Economico);

 

(nel caso di associazione o consorzio o GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico - già costituito):

4)      mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico.

 

(nel caso di concorrente che occupa più di 35 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti qualora abbia effettuato una nuova assunzione dopo il 18 gennaio 2000):

5)      dichiarazione del legale rappresentante di regolarità dell’impresa nei confronti della legge n. 68/99;

 

La dichiarazione di cui al punto 3) deve essere sottoscritta dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi la medesima dichiarazione deve essere prodotta o sottoscritta da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico. Le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.

 

La domanda e le dichiarazioni sostitutive ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 devono essere redatte preferibilmente in conformità ai modelli allegati al presente disciplinare.

 

Le dichiarazioni di cui al punto 3), lettera a) (limitatamente alle lettere b) e c) dell’articolo 75, comma 1, del DPR 554/1999 e successive modificazioni) e lettere b) e c) devono essere rese anche dai soggetti previsti dall’articolo 75, comma 1, lettere b) e c) del DPR 554/99 e successive modificazioni.

 

In caso di associazione temporanea o consorzio o GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico - già costituito o da costituirsi la certificazione deve riguardare ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico.

 

La domanda, le dichiarazioni e le documentazioni di cui ai punti 1, 2, 3, 4 e 5, a pena di esclusione, devono contenere quanto previsto nei predetti punti.

 

Nella busta B” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti :

 

a)      dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente, o da suo procuratore, contenente

 

b)      dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o da suo procuratore, contenente:

 

(caso A:appalto con corrispettivo a corpo e a misura); (caso B: appalto con corrispettivo a corpo); (caso C: appalto con corrispettivo a misura):

l’indicazione del massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del bando;

 

2. Procedura di aggiudicazione

 

Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il giorno fissato al punto 6.4. del bando per l’apertura delle offerte, in seduta pubblica, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte presentate, procede a:

a)      verificare la correttezza formale delle offerte e della documentazione ed in caso negativo ad escluderle dalla gara;

b)      verificare che non hanno presentato offerte concorrenti che, in base alla dichiarazione di cui al punto 3 dell’elenco dei documenti contenuti nella busta A, sono fra di loro in situazione di controllo ed in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;

c)      verificare che i consorziati - per conto dei quali i consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere b) e c), della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni hanno indicato che concorrono - non abbiano presentato offerta in qualsiasi altra forma ed in caso positivo ad escludere il consorziato dalla gara;

d)      a sorteggiare un numero non inferiore al dieci per cento del numero delle offerte ammesse arrotondato all’unità superiore.

Ai concorrenti sorteggiati che non siano in possesso dell’attestazione SOA,  o siano iscritti da almeno due anni alla C.C.I.A.A. quali imprese artigiane o registro prefettizio quali imprese cooperative,  ai sensi dell’articolo 10 comma 1-quater, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni - tramite fax inviato al numero indicato alla lettera o) della dichiarazione di cui al punto 3 dell’elenco dei documenti da inserire nella busta A - viene richiesto di esibire, entro il termine perentorio di dieci giorni dalla data della richiesta, la documentazione attestante il possesso dei requisiti tecnico-organizzativi.

 

La documentazione da trasmettere è costituita:

 

1)      da un elenco dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la data del bando, corredato dai certificati di esecuzione dei lavori, (oppure fotocopie sottoscritte dal legale rappresentante ed accompagnate da copia del documento di identità dello stesso); i lavori devono preferibilmente appartenere alla natura indicata al punto 3.3. del bando; in alternativa, per i soggetti aventi sede negli stati aderenti all’Unione Europea, certificati attestanti l’iscrizione dei soggetti componenti il concorrente negli albi o liste ufficiali del paese di residenza sulla base del medesimo requisito richiesto alle imprese aventi sede in Italia;

2)      da un elenco dei lavori, preferibilmente appartenenti alla natura indicata al punto 3.3. del bando, della cui condotta è stato responsabile uno dei propri direttori tecnici nel quinquennio antecedente la data del bando, sottoscritto dal legale rappresentante del concorrente, corredato dai certificati di esecuzione dei lavori, (oppure fotocopie sottoscritte dal legale rappresentante ed accompagnate da copia del documento di identità dello stesso); tale elenco deve essere presentato qualora il concorrente non possa o non intenda documentare tramite l’elenco di cui al punto 1) l’esecuzione diretta di lavori preferibilmente appartenenti alla natura indicata al punto 3.3. del bando;

3)      dal certificato attestante l’iscrizione al registro delle imprese dal quale si evinca che l’impresa è iscritta per categoria analoga o similare alla categoria di lavori da appaltare.

oppure

4)      dal certificato attestante l’iscrizione all'albo delle imprese artigiane, istituito presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura dal quale si evinca che l’impresa è iscritta per categoria analoga o similare alla categoria di lavori da appaltare da almeno due anni dalla data di scadenza del termine di partecipazione o (in caso di cooperative) al registro prefettizio, sezione produzione e lavoro.

 

I documenti sono redatti nelle forme di cui al D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e sono sottoscritti dal legale rappresentante o da un suo procuratore ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.

 

I concorrenti hanno la facoltà di non trasmettere tutti o parte dei suddetti documenti nel caso che questi siano già in possesso della stazione appaltante che ha indetto la gara, o di una sua articolazione territoriale, siano in corso di validità e siano stati verificati positivamente. In sostituzione i concorrenti devono trasmettere una dichiarazione, che attesti le suddette condizioni.

 

Si precisa che in linea generale, ai fini di considerare i rapporti di analogia tra la categoria di iscrizione al registro delle imprese, ovvero all’Albo delle Imprese artigiane oppure al Registro prefettizio per le cooperative e quelli oggetto dei lavori da affidare, possono essere considerati rientranti nelle declaratoria di cui all’Allegato A del D.P.R. 34/2000 secondo le seguenti similarità:

 

a)      lavori edilizi e stradali quelli appartenenti alle categorie OG1, OG3, OG4, OG5 e OG12;

b)      lavori idraulici quelli appartenenti alla categoria OG6;

c)      lavori fluviali e marittimi quelli rientranti nelle categorie OG7 e OG8;

d)      lavori impiantistici OG9, OG10, OG11, OS3, OS4, OS5, OS28 e OS30;

e)      lavori su beni immobili sottoposti a tutela ai sensi delle disposizioni in materia di beni culturali ed ambientali quelli appartenenti alla categoria OG2;

f)        lavori su superficie decorate e beni mobili di interesse storico artistico quelli appartenenti alla categoria OS2;

g)      lavori agricolo-forestali quelli appartenenti alla categoria OG13.

 

La stazione appaltante procede, altresì, ad una immediata verifica circa il possesso dei requisiti generali dei concorrenti al fine della loro ammissione alla gara, sulla base delle dichiarazioni da essi presentate, dalle certificazioni dagli stessi prodotte e dai riscontri rilevabili dai dati risultanti dal casellario delle imprese qualificate istituito presso l’Autorità di vigilanza dei lavori pubblici. La stazione appaltante, ove lo ritenga necessario, e senza che ne derivi un aggravio probatorio per i concorrenti, ai sensi dell’articolo 71 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, può altresì effettuare ulteriori verifiche della veridicità delle dichiarazioni, contenute nella busta A, attestanti il possesso dei requisiti generali previsti dall’articolo 75 del DPR 554/1999 e successive modificazioni, con riferimento eventualmente ai medesimi concorrenti individuati con il sorteggio sopra indicato oppure individuati secondo criteri discrezionali.

 

Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il giorno fissato al punto 6.4. del bando per la seconda seduta pubblica, procede:

 

a)      all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non risulti confermato il possesso dei requisiti generali;

b)      esclusione dalla gara dei concorrenti che non abbiano trasmesso la documentazione di prova della veridicità della dichiarazione del possesso dei requisiti speciali, contenuta nella busta A, ovvero le cui dichiarazioni non siano confermate;

c)      alla comunicazione di quanto avvenuto agli uffici della stazione appaltante cui spetta provvedere all’escussione della cauzione provvisoria, alla segnalazione, ai sensi dell’articolo 10, comma 1-quater della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni e dell’articolo 27, comma 1, del dpr 34/2000, del fatto all’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici e all’Osservatorio regionale dei Lavori Pubblici ai fini dell’adozione dei provvedimenti di competenza, nonché all’eventuale applicazione delle norme vigenti in materia di false dichiarazioni.

 

La prova dei requisiti giunta tardivamente non determina la riammissione del concorrente ma è comunicata all'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici e all’Osservatorio regionale dei Lavori Pubblici.

 

Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara procede poi all’apertura delle buste “B-offerta economica” ed alla lettura delle offerte economiche, anche di quelle escluse e, quindi, all'aggiudicazione, prendendo in considerazione solo le offerte presentate dai concorrenti non esclusi dalla gara e procede, ai sensi dell’articolo 21, comma 1-bis, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni e della determinazione assunta dall’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici in materia di offerte di ribasso anormalmente basse pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio 2000, alla determinazione della soglia di anomalia delle offerte (media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del dieci per cento, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso, e di quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media). Le medie sono calcolate fino alla terza cifra decimale arrotondata all’unità superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a cinque.

 

Qualora l’aggiudicatario provvisorio ed il secondo in graduatoria non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-quater, ultimo periodo e nel caso che anche la seconda eventuale aggiudicazione non dia esito positivo la stazione appaltante ha la facoltà di procedere alla determinazione di una nuova media oppure di dichiarare deserta la gara alla luce degli elementi economici desumibili dalla nuova media.

 

La stazione appaltante successivamente procede a richiedere all’aggiudicatario provvisorio e al secondo in graduatoria l’esibizione di tutta la documentazione, eventualmente non ancora acquisita, attestante il possesso dei requisiti generali previsti dall’articolo 75 del DPR 554/1999 e successive modificazioni. Nel caso che tale verifica non dia esito positivo la stazione appaltante procede come previsto alla precedente lettera c) ed ha la facoltà di determinare una nuova media oppure di dichiarare deserta la gara alla luce degli elementi economici desumibili dalla nuova media.

 

I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere alla stazione appaltante la restituzione della documentazione presentata al fine di partecipare alla gara.

 

Ove le operazioni di gara non si esauriscano nell’arco di una seduta, i plichi – posti in contenitori sigillati a cura del soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero della commissione di gara – saranno custoditi con forme idonee ad assicurarne la genuinità a cura di un soggetto espressamente individuato prima di concludere la prima seduta.

 

La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia.