Vari modi per esprimere il voto nell'elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

La legge regionale 15 settembre 1997, n. 35 ha precisato che per l'espressione del voto l'elettore deve tracciare con la matita copiativa un segno:

1) o sul rettangolo contenente il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco. In tal caso il voto sarÓ attribuito esclusivamente a tale candidato senza estendersi alla lista o alle liste collegate;

2) o sul contrassegno della lista prescelta. In tal caso il voto sarÓ attribuito alla lista ed al candidato alla carica di sindaco ad essa collegato;

3) o sul rettangolo contenente il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco e sul contrassegno della lista o di una delle liste ad esso collegate. In tal caso il voto sarÓ attribuito sia al candidato alla carica di sindaco che alla lista prescelta ad esso collegata;

3) o sul rettangolo contenente il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco e sul contrassegno di una lista ad esso non collegata. In tal caso il voto sarÓ attribuito al candidato alla carica di sindaco votato ed alla lista ad esso non collegata.

Ciascun elettore pu˛ esprimere un solo voto di preferenza, scrivendo con la matita copiativa, nell'apposita riga tracciata a fianco del contrassegno della lista prescelta il cognome del candidato prescelto, o il cognome e nome nel caso di candidati che abbiano lo stesso cognome, e, ove necessario, la data ed il luogo di nascita.

Qualora il candidato abbia due cognomi, l'elettore nel dare la preferenza pu˛ scriverne uno dei due. L'indicazione deve contenere, a tutti gli effetti, entrambi i cognomi quando vi sia possibilitÓ di confusione tra due candidati.

Allo scopo di evitare o, comunque di attenuare il fenomeno - e, nell'impossibilitÓ di individuare, dettagliatamente e con compiutezza tutte le possibili e diverse modalitÓ di espressione del voto che possono comportare o meno la nullitÓ dello stesso - si riportano alcune esemplificazioni, che possono servire da guida nella valutazione sulla validitÓ dei voti espressi.