Election Day: il computer entra nel seggio elettorale
per il conteggio elettronico dei voti e l'inoltro dei risultati

Decolla la sperimentazione dello scrutinio elettronico

Scheda tecnica/grafica

Il computer entra nel seggio elettorale. In occasione del prossimo election day, il conteggio dei voti in circa 2.500 sezioni e l'inoltro dei risultati delle sole elezioni Europee avverranno in via sperimentale in forma elettronica. L'iniziativa, denominata "scrutinio elettronico", è stata resa nota dal Ministro dell'Interno, Giuseppe Pisanu, e dal Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie, Lucio Stanca.

Fermo restando che i risultati ufficiali delle prossime elezioni europee, nei seggi individuati per la sperimentazione dello scrutinio elettronico, saranno comunque quelli che emergeranno dallo scrutinio tradizionale, si è deciso di avviare questa sperimentazione nell'ambito delle iniziative del Governo per promuovere la diffusione delle tecnologie volte alla modernizzazione del Paese.

Gli obiettivi che questa sperimentazione intende perseguire sono:

Semplificare ed accelerare le operazioni di scrutinio

Facilitare i conteggi ed eliminare gli errori di trascrizione

Rendere più veloce e sicura la trasmissione dei risultati elettorali

Migliorare l'efficienza delle consultazioni elettorali

Il Ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu ha tenuto a precisare che in questo modo non si vuole "assolutamente toccare l'espressione del voto dei cittadini, sovvertire le loro abitudini ed intervenire con nuove procedure tecnologiche nel momento più delicato della partecipazione democratica, ma vogliamo invece cominciare a modernizzare il conteggio dei voti e la successiva trasmissione dei risultati alle sedi istituzionali".

Il Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie Lucio Stanca ha spiegato che "si è deciso di intervenire su un'operazione come il conteggio dei voti, che ha un alto contenuto di manualità, attraverso la cui automazione si ottengono significativi benefici dovuti al fatto che a valle di tale operazione ogni attività verrà effettuata per via elettronica e senza ulteriori interventi manuali di trascrizione e quadratura dei totali, garantendo così la correttezza dei dati finali, con grossi benefici per quanto riguarda l'efficienza ed i tempi di queste operazioni".

Per quanto riguarda il conteggio ufficiale e la trasmissione dei voti, pur restando invariate le attuali procedure, la fase sperimentale prevede, in particolare, che una volta che i componenti del seggio abbiano concluso l'analisi della scheda un operatore acquisisca i dati di voto e li immetta nel computer. Contestualmente, gli stessi dati di voto vengono visualizzati su un altro schermo a disposizione di tutti i componenti del seggio in modo che essi possano verificarne la correttezza. Tutte le successive fasi di totalizzazione, quadratura, verbalizzazione e trasmissione dati avverranno in maniera automatica e, quindi, in modo veloce e sicuro. L'operazione di "interpretazione della volontà dell'elettore" resta prerogativa del Presidente del seggio.

Ulteriore vantaggio è offerto dalla possibilità di trasmettere per via telematica i risultati alle sedi istituzionali entro pochi minuti dalla conclusione dello scrutinio rispetto ai tempi assai più lunghi attualmente impiegati

Il provvedimento prevede, tra l'altro, la costituzione di una Commissione di valutazione dei risultati di questa sperimentazione allo scopo di accertarne il grado di efficienza e le eventuali problematicità al fine di preordinare gli aggiustamenti necessari in vista di un allargamento della sperimentazione ad un numero superiore di seggi nelle successive tornate elettorali.

Roma, 20 febbraio 2004 

( da www.interno.it )