COMUNE DI PATERNO'

Provincia di Catania

 

DETERMINAZIONE SINDACALE N. 40 DEL 28-03-2003

 

OGGETTO:       Tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni.

                        Determinazione delle tariffe per l'anno 2003.

 

IL SINDACO

 

Premesso che occorre procedere alla determinazione delle tariffe relative alla Tassa per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani per l'anno 2003;

 

Visto il D. Lgs. 15 novembre 1993 n. 507 e sue successive modificazioni ed integrazioni;

 

Visto il vigente Regolamento Comunale per l'applicazione della Tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani;

 

Vista la Legge 28 dicembre 2001 n. 448, legge finanziaria, che all'art. 27 comma 8, stabilisce che il termine per deliberare le tariffe dei tributi locali è lo stesso di quello stabilito per l'approvazione del bilancio di previsione;

 

Visto l'art. 151, comma 1, del T.U.EE.LL., approvato con D. Lgs. 18.08.2000 n. 267, il quale fissa al 31 dicembre il termine per la deliberazione dei bilanci di previsione per l'anno successivo da parte degli Enti Locali e dispone che il termine può essere differito con decreto del Ministro dell'Interno, d'intesa col Ministro del tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, sentita la conferenza Stato-città ed autonomie locali;

 

Visto l'art. 55 della L. 8.6.1990 n. 142, come modificato dall'art. 13 comma 4, della L. 3.8.1999, n. 265, il quale ha stabilito che i comuni e le province deliberano entro il 31 dicembre il bilancio di previsione per l'anno successivo;

 

Vista la Legge Regionale n. 30 del 23.12.2000, che recepisce le disposizioni della L. 265/99;

 

Visto, altresì, il Decreto Ministero dell'Interno n. 8 del 19/12/2002, con cui si è disposto che il termine per la deliberazione del bilancio di previsione per l'anno 2003 da parte degli Enti Locali é differito al 31 marzo 2003;

 

Visto l'art. 33, comma 1, della Legge 23.12.99, n° 488 che, a modifica dell'art. 49 comma 1, del D. Lgs. 22/97, "Decreto Ronchi", stabilisce che la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni è soppressa a decorrere dai termini previsti dal regime transitorio, disciplinato dal regolamento di cui al comma 5, entro i quali i comuni devono provvedere alla integrale copertura dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani attraverso la tariffa di cui al comma 2;

 

Preso atto che il regime transitorio, cui fa riferimento la norma citata è quello regolato dall'art. 11, comma 1, del D.P.R. n. 158/99, come modificato dall'art. 33, comma 6, della Legge n. 488/99, e prevede, nella fattispecie di questo Comune, l'abrogazione della tassa dal 1° gennaio 2005 e, pertanto, il raggiungimento della totale copertura dei costi del servizio entro il 2004;

 

Visto il comma 7 dell’art. 1 del D. L. 27.12.2000 n. 392, secondo il quale sino all'anno precedente all'applicazione della tariffa di cui all'art. 49 del D. Lgs. 5/2/97 n. 22, "decreto Ronchi", continuano ad applicarsi !e disposizioni di cui all'art. 31, commi 7 e 23, della Legge 23.12.1998, n. 448, con particolare riferimento ai criteri di commisurazione delle tariffe;

 

Vista la relazione tecnica dell'ufficio della TARSU, che qui si allega con gli atti in essa richiamati per farne parte integrante, nella quale sono esposti le nonne ed i criteri osservati ai fini della determinazione dei costi del servizio, del gettito da conseguire nonché le conseguenti tariffe da fissare per l'esercizio finanziario 2003, sulla base delle direttive programmatiche espresse da questa Amministrazione;

 

Preso atto dei dati riguardanti i maggiori costi previsti in bilancio per il servizio di raccolta, smaltimento e conferimento e di tutti gli altri oneri connessi diretti e indiretti;

 

Ritenuto stante il notevole aumento dei costi di esercizio nonchè l'obbligo di conseguire entro il 2004 la totale copertura percentuale dei costi stessi, di adeguare il tasso tecnico di copertura ed il gettito del ruolo derivante dall'applicazione delle tariffe;

 

Dato atto, pertanto, che questa Amministrazione intende assicurare un tasso percentuale di copertura finanziaria del costo complessivo del servizio, anche in osservanza delle disposizioni scaturenti dal Decreto Ronchi, fissando per l’esercizio 2003 la misura percentuale del 100, equivalente ad un gettito d'imposta di Euro 3.625.808,98;

 

Preso atto che in conseguenza di ciò, si rende necessario ed imprescindibile effettuare un adeguamento tariffario;

 

Ritenuto che l'adeguamento di cui sopra debba praticarsi mediante un aumento percentuale delle tariffe, differenziato per le varie categorie, in ordine al grado di produttività di rifiuti attribuito alle stesse cosi come riportato nella relazione tecnica dell'ufficio competente;

 

Dato atto che questo Ente non versa nelle condizioni di cui all'art. 45, comma 2, del D. Lgs. 507/93;

 

Visto l'art. 13 della L. R. 7/92;

Visto il vigente Statuto Comunale;

Visto l'O. A. EE. LL. R.S.;

 

DETERMINA

Per i motivi sopra esposti,

 

1. di fissare per l'esercizio finanziario 2003 il tasso di copertura de! costo complessivo del servizio di raccolta smaltimento conferimento e gestione dei r.s.u., nella misura del 100%;

 

2. di approvare la relazione tecnica dell'ufficio della TARSU, allegata alla presente per fame parte integrante, riguardante la determinazione tecnica dei costi, della copertura finanziaria e delle tariffe;

 

3. di approvare per l'anno 2003, per le categorie contributive di cui all'art. 9 del regolamento Comunale TARSU, le seguenti tariffe:

 

CAT.  I        €       1,33

II      €       2,43

III    €       2,06

IV      €       2,18

V       €       4,63

VI      €       5,71

VII    €       7,70

 

4. di incaricare l'Ufficio Tributi per gli ulteriori adempimenti di legge.

 

Dalla residenza municipale Lì, 28/03/2003

 

                                                                                                                              IL SINDACO

                                                                                                                                    (Avv. Giuseppe Failla)