RIPRISTINATA LA TRADIZIONE DELLO SPARO DELLA BOMBA DI MEZZOGIORNO

Gli Assessori, Nino Naso e Nino Cosentino, hanno disposto che da domenica 24 novembre 2002 venga riattivata l’antica tradizione dello "sparo di mezzogiorno".
 

Alle ore 12,00 di ogni giorno, sullo spiazzo del Castello Normanno, verrà sparato colpo a salve calibro otto che avvertirà la cittadinanza dello scoccare del mezzodì.
 

Questa tradizione, che nel passato era un momento della giornata molto atteso da tutti, perchè scandiva l’uscita dalle scuole dei bambini, segnava la pausa del pranzo per gli artigiani che lavoravano a Paternò e non solo, si era interrotta con la morte del Sig. Sgrò, "bummaro" storico di Paternò, che aveva l'incarico di preparare la bomba.
 

Si ritiene che la riattivazione di tale tradizione verrà apprezzata soprattutto dai più giovani, che non hanno avuto modo di conoscere questa usanza e riaccenderà piacevoli ricordi in chi ha, nel passato, regolato le proprie giornate con lo "sparo di mezzogiorno".

 

L'uso dello sparo della bomba al Castello, come segnale orario di mezzogiorno, era stato introdotto intorno al 1928/1930 dal Podestà Cav. Carmelo Moncada.

 

Nella foto sotto "Don Ianu" l'uomo che ogni giorno si recava sullo spiazzo del Castello Normanno per sparare la bomba ( foto di Ezio Costanzo dalla pubblicazione "Immagine" )